italsystems

 gestionali

ITALSYSTEMS

 

Controllo di Gestione - Cosa e' il Kanban  ?

 

 

Lavagna Kanban

  • Una volta mappato il vostro flusso, potrete costruire una lavagna Kanban che avrà una colonna per ogni step del processo. Per quanto complesso possa essere un processo, una lavagna Kanban o un altro sistema di rappresentazione visiva del lavoro in corso permetterà di verificarne lo stato di avanzamento con una sola occhiata

  • A questo punto potrete incominciare ad aggiungere le diverse attività da fare, identificandole con un nome e i riferimenti necessari a far comprendere bene a tutti di cosa si tratti.
    Ad esempio, potreste voler inserire le seguenti informazioni:

    • data di creazione

    • scadenza

    • creato da

    • priorità

    • tipologia di attività

    • descrizione

    • note

    • storico

    • chi sta lavorando attualmente sull'attività

    • ecc.

    • ecc.

  • Misurare e migliorare il flusso: i miglioramenti apportati ai nostri flussi dovrebbero basarsi sempre su misurazioni oggettive. Trovare e applicare le giuste misurazioni non è facile ma poche semplici misure possono offrirvi tutte le informazioni che vi servono per ottimizzare un processo.
    Una delle cose migliori del Kanban è che può essere applicato a processi già esistenti. Basta semplicemente identificare i modi per migliorarli, non occorre riprogettarli da capo.
    La cosa importante nell'applicare il Kanban è capire bene che si stanno documentando gli step di un processo già esistente, non di uno ideale. Se ci sono inefficienze, colli di bottiglia, step manvcanti o da eliminare questi verranno piano, piano alla luce e il flusso potrà essere modificato di conseguenza

 

 

Articoli correlati :

 

Kanban- cosa è il KANBAN

Kanban- calcolo numero dei KANBAN

Kanban- introduzione al concetto just in time

Kanban- Le sei regole del kanban (TOYOTA)

Kanban- Proprietà dei KANBAN

Kanban- Requisiti di successo

 

Kanban- Spingere la produzione

Kanban- Lavagna  e Lean production

 

Controllo di gestione                                                           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

.
.
>