Logistar

ITALSYSTEMS

Logica Res

 

 

DWSTAR ...e PENTAHO     LE STATISTICHE INTELLIGENTI 

La filosofia di DWSTAR si basa sull'utilizzo di aggregazioni gestite a livello di mercato, prodotto e documento.

Ogni vendita è caratterizzata da un documento, da una data, da un valore di cessione e d'acquisto e da una quantità, sulla base di questi fondamentali elementi (disponibili nel più semplice sistema di gestione aziendale) è possibile installare il sistema di Datawarehouse sul quale DWSTAR permetterà le analisi statistiche, con la possibilità di incrociare qualsiasi elemento di mercato con qualsiasi elemento di prodotto, con la verifica del margine di vendita, analisi "ABC", confronti con l'anno precedente, analisi di particolari periodi, confronti fra risultati sulla base di qualsiasi elemento di mercato o di prodotto.

DWSTAR è stato realizzato pensando al suo utente, vale a dire l'Imprenditore o il Manager o l'addetto alle vendite che in modo semplice e rapido deve ottenere le risposte necessarie alle proprie valutazioni senza ricorrere a terze persone che non sempre sono in grado di fornire i dati necessari.

DWSTAR è interfacciabile a qualsiasi sistema gestionale attraverso file di testo o connessioni ODBC; di facile apprendimento permette un utilizzo immediato. DWSTAR è in continua evoluzione e si arricchisce costantemente di nuove funzionalità ed automatismi che vengono rilasciati  ai Clienti in assistenza. 

  • Aggregazioni Statistiche su elementi di Mercato, Prodotto e Documento con possibilità di incrocio libero fra tutti gli elementi;

  • Analisi ABC dei risultati;

  • Stampe immediate, con possibilità di scelta fra diversi tipi di reports;

  • Visualizzazione grafica dei risultati;

  • Esportazione dei risultati in formati standard;

  • Confronto con anni precedenti, sulla base dei risultati che interessano l'interlocutore;

  • Analisi del margine con monitoraggio dei risultati;

  • Prelievo dati da aggregare dai sistemi gestionali attraverso file ASCII con tracciato record prefissato per i sistemi che non prevedono l'utilizzo di Data Base Relazionali;

 

pentaho


 

Pentaho, l’alternativa open source commerciale per la Business Inelligence

 


 
 
 
 
 
 

La suite di Business Intelligence Open Source più popolare del mondo.

 

La suite di BI Pentaho fornisce uno spettro completo delle potenzialità di Business Intelligence ( BI ) inclusi query e reporting, analisi interattiva, cruscotti, integrazione dei dati/ETL, data mining e una piattaforma di business intelligence che l’ha resa la suite di Business Intelligence Open Source più popolare del mondo.

Scegliete la suite completa, oppure utilizzare solo i moduli necessari per soddisfare requisiti aziendali specifici. Pentaho BI Suite Enterprise Edition include:

Pentaho ReportingPentaho Reporting – Accesso ai dati e distribuzione delle informazioni all'organizzazione

Pentaho AnalisysPentaho Analisys – Esplorazione ed analisi dei dati in modo interattivo con una risposta rapida

Pentaho DashboardPentaho Dashboard – Visibilità immediata delle metriche e dei KPI

Pentaho Data IntegrationPentaho Data Integration - Pulizia ed integrazione dei dati ovunque questi si trovino

Pentaho Data MiningPentaho Data Mining - Scoperta di regole e modelli nascosti ed indicatori di prestazioni future

Perchè Pentaho?
 

Oltre perchè è comparabile con gli altri strumenti di business intelligence, è open source e ha a disposizione una community molto attiva, quindi per chi si avvicina a questa disciplina c'è la possibilità di attingere da parecchio materiale online, seppur in inglese.

Download
 

E' possibile scaricare il software dal sito (http://sourceforge.net/projects/pentaho/) e per avere supporto si può far riferimento al forum (http://forums.pentaho.org) o a wiki (http://wiki.pentaho.com). In ogni caso esiste anche una guida su come operare molto comoda in pdf, sempre downlodabile dal sito di pentaho.

Avvio
 

Per far partire il sistema ci vogliono 3 passaggi semplicissimi e non va installato nulla:
- si "scomprime" (unzip) in una cartella scelta da noi il file .zip che si ottiene da sourceforge
- si lancia (con un semplice doppio click) il file start-pentaho.bat che si trova nella cartella /pentaho/server/biserver-ce/
- si lancia il file start-pac.bat nella cartella /pentaho/server/administration-console/

A questo punto si apre un browser internet e tutto avviene interagendo con esso:
- all'indirizzo http://localhost:8099/ si avranno tutte le funzionalità per amministrare pentaho (dopo aver inserito la login e la password che sono scritte nel manuale pdf)
- all'indirizzo http://localhost:8080/ si avranno tutte le funzionalità utente per la gestione e creazione dei report di business intelligence

I tool di amministrazione

I tool di amministrazione consentono di gestire:
- la creazione e la modifica degli utenti che possono utilizzare pentaho per fare le analisi
- la creazione e la modifica dei ruoli con i quali accedono a pentaho
- le connessioni al database che si decide di analizzare
- alcune funzioni per la pulizia dell'ambiente (cancellazione vecchi files, archiviazione, ecc...)
- un motore per schedulare delle azioni di manutenzioni ed eseguirle automaticamente

La parte di Business Intelligence vera e propria si raggiunge come detto utilizzando l'indirizzo http://localhost:8080/. Anche se è di fatto eseguita in un browser web, il "look & fill" è quello delle applicazioni windows standard (stile office 2003 e non 2007 per intenderci): una barra menù in alto con le solite voci quali File, View, Tools ed Help, una serie di icone nel menù contestuale sottostante e infine nella parte principale della schermata alcuni link di scorciatoia verso le funzionalità del sistema.

criteri di visualizzazione

Scelgo alcuni criteri di visualizzazione (tipo se visualizzare i dati con ordinamento crescente o decrescente e se metterli in orizzontale o verticale) e produco il mio report.

New analysis View

Ovviamente se invece che "New report" decido di seguire l'altra via, ovvero "New analysis View" in modo analogo si potrà ottenere un'analisi grafica dei dati immagazzinati nel database.

tratto da incuriosando

Un po' di storia di Pentaho

Fondata nel 2004 ad Orlando, Pentaho (www.pentaho.com) da una serie di personaggi illustri tanto nel mondo Open Source, quanto in quello della Business
Intelligence è partita con i fondi messi a sua disposizione da vari Ventur Capital tra i quali Sequoia Venture, Benchmark Capital, Index Ventures e NEA (New Enterprise Associates). A oggi ha ricevuto finanziamenti per un totale di 25 milioni di dollari, gli ultimi dei quali sono gli 8 arrivati nel 2008 proprio da NEA, che li ha aggiunti agli iniziali cinque credendo una volta di più nelle prospettive dell’azienda.
In effetti, la forza dell’azienda sta nei suoi numeri: ad oggi vanta già ben oltre 5 milioni di Download della versione gratuita della sua Suite, che nel frattempo è arrivata alla Release 3.5, ed oltre 600 clienti della versione a pagamento. Per fare un paragone, per arrivare a quota 2.000 clienti, Hyperion ha impiegato quasi 20 anni, mentre Pentaho ne ha appena cinque!
Tra i clienti di Pentaho ci sono aziende di varie dimensioni, tra le quali Cox Communications, Delta Dental, Lifetime Networks, Monsanto Corporation, Terra
Industries, U.S. Naval Air Command e Wachovia. Alcune, tipo Boyne Resorts, la
terza catena di resort più grande degli Stati Uniti, lo hanno adottato in sostituzione
di Crystal Reports, mentre Savvion e Sun Microsystems ne hanno integrato
le componenti all’interno dei loro pacchetti applicativi.

Pentaho 3.5: concorrenza diretta ai Vendor tradizionali


BI Open Source: gratis o a pagamento?

Meglio tutte due.

Pentaho offre infatti gratuitamente la propria Suite con le funzioni di base (Enterprise
Reporting, Analisi, Dashboard, Data Mining, Workflow ed ETL), mentre
alcune funzionalità avanzate e vari servizi di supporto e consulenza vengono
offerti a pagamento.

Grazie al nuovo Report Designer, si possono utilizzare degli Wizard che guidano nella definizione dei Report e ne mostrano l’aspetto finale in modo interattivo, senza dover passare dalle fasi di definizione a quelle di preview.
Contemporaneamente, grazie all’opzione “Thin-client Report”, gli utenti possono
sfruttare le tecnologie AJAX e cambiare i parametri di visualizzazione secondo le loro
preferenze o passare direttamente alle pagine di loro interesse.
Il Report Designer consente di generare Report in HTML, pronti ad essere pubblicati
su Internet, in PDF ed in Microsoft Excel (XLS).
L’introduzione di un Layer centralizzato per la gestione dei Metadati offre infine la possibilità di definire proprie Query anche a chi non conosce assolutamente nulla della struttura dei dati, né della sintassi SQL.


 
 
 
 
 
 

 Innovative funzioni di ETL

Sulla piattaforma di Pentaho è stato implementato il Common Warehouse Metamodel
(CWM), una specifica che permette di gestire l’interscambio di dati usando lo standard XMI (XML Metadata Interchange).
Le operazioni ETL (Extract, Transform, Load) si basano invece sui costrutti derivati dal progetto Kettle, dove per ETTL si intende l’acronimo ideato da Pentaho che vuol dire Extraction, Transformation, Transportation e Load dei dati.

Questo sistema, che permette di definire propri script in Javascript così come direttamente in Java, consente agli sviluppatori di eseguire qualsiasi tipo di trasformazione dei dati e supporta un gran numero di ambienti tra i quali, i DBMS di
Microsoft ed Oracle, nonché tutti i Database conformi a JDBC.
Per gestire i trasferimenti più consistenti di dati, Pentaho sfrutta le tecnologie di clustering, usando contemporaneamente più nodi di elaborazione e Server Slave con i quali distribuire i carichi di lavoro e di I/O (Input/Output) su più macchine che lavorano in parallelo.

Aggressivo programma Escape
 

Con un nome che già da solo non lascia dubbi sulle intenzioni, affermando che può
svolgere le stesse funzioni ad un decimo del costo di altri prodotti - o addirittura meno se ci si limita alla versione scaricabile gratuitamente, Pentaho ha lanciato un aggressivo programma, completo delle routine di migrazione automatica, per sostituire con la propria Suite i Tool di aziende quali Actuate, Brio, Business Objects, Cognos Impromptu, Crystal Reports and Oracle Reports.


Con Escape, ad un prezzo prefissato e con tempi concordati contrattualmente, Pentaho assicura di poter convertire i Report generati con i classici strumenti proprietari da qualsiasi azienda, in Report Pentaho a costi estremamente convenienti. Si parla di un “entry point” di 5.000 dollari per i primi 25 report, ai quali vanno aggiunti altri 100 dollari per ogni Report in più.
L’offerta appare ancor più aggressiva nei confronti di Business Objects, specie in considerazione del cambiamento di pricing voluto da SAP che ora è basato sulle CPU e non più sugli utenti abilitati.

tratto da toolnews 8/2009

Il modello open source






 

 

Il modello open source non è sinonimo di gratis, altrimenti le aziende che poggiano su questo modello sarebbero già tutte fallite, non è nemmeno sinonimo di ragazzino in un garage che si inventa una certa utility per fare qualcosa senza controllo. Nei software per aziende, open source vuol dire che le aziende non pagano le licenze del software, ma pagano le competenze che servono per gestirlo. Ovvero, nel caso di pentaho vi sono due versioni del programma, una commerciale che dà diritto, dietro pagamento, al supporto e alla garanzia che la software house si occuperà di risolvere problemi dovuti ai bug; l'altra versione è detta di community, in quanto chi la scarica può farci ciò che vuole, ma non ha nessun supporto da pentaho, nè per la sistemazione di eventuali malfunzionamenti, nè come supporto sul suo utilizzo. Un utente della versione community deve far riferimento al materiale e al supporto  online della community stessa, quindi forum, wiki e così

fine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
 

Il progetto

La piattaforma Pentaho BI è diversa dai prodotti tradizionali di business intelligence. Al di là di considerazioni che riguardano l'architettura in senso generale, la principale novità risiede nel fatto che le strutture ROLAP di un progetto vengono portate nella memoria RAM in modo tale che queste possano essere gestite con prestazioni paragonabili ai moderni motori MOLAP. Si parla quindi di HOLAP per indicare un sistema ibrido (HO - hibrid OLAP), sottolineato peraltro dallo stesso nome della società "Penta-ho". Al giorno d'oggi questa possibilità è praticabile grazie ai più potenti elaboratori in commercio e ai sempre più ridotti costi delle memorie RAM.

La piattaforma integra le seguenti soluzioni:

  • Mondrian OLAP : è un motore MOLAP

  • JPivot : interroga Mondrian con query MDX

  • Kettle : è un ETL

  • Weka : è un dataminig

  • JFreeReport : è uno strumento di analisi dei dati

Il framework

ILa piattaforma è composta:

  • dal Framework di BI: fornisce procedure per logging, auditing, security, scheduling, ETL, web services, attribute repository e rules engine;

  • dai componenti di BI: includono componenti per il reporting, l'analisi, il workflow, il dashboards e per il data mining;

  • dal Workbench di BI: è un insieme di strumenti di progettazione e di amministrazione che sono integrati nell'ambiente Eclipse. Questi strumenti permettono agli analisti e ai progettisti di creare report, dashboard, modelli di analisi e processi di business intelligence;

  • dai desktop Inboxes: possono essere lettori RSS di terze parti o Pentaho Inbox Alerter. Le Inboxes consegnano le notifiche generate da processi e report;

La piattaforma Pentaho BI è costruita su delle fondamenta formate da server, motori e componenti open source. Questi forniscono il server Java EE, la sicurezza, il rules engine, il content management e il data integration del sistema. Molti di questi componenti sono basati su standard e possono essere sostituiti con altri prodotti. Per creare una soluzione integrata Pentaho ha aggiunto: 


 

 

 

Pentaho Architettura
 

Pagine utili


 


 

 

 

>